Fenati e le scuse

Chiedo scusa a tutto il mondo sportivo.
Questa mattina, a mente lucida, avrei voluto che fosse stato solo un brutto sogno.
Penso e ripenso a quei momenti, ho fatto un gesto inqualificabile, non sono stato un uomo!
Un uomo avrebbe finito la corsa e poi sarebbe andato in Direzione Gara per cercare di ottenere giustizia per i precedenti episodi.
Non avrei dovuto reagire alle provocazioni.
Le critiche sono corrette e comprendo l’astio nei miei confronti.
Voglio scusarmi con tutti quelli che credevano in me e tutti quelli che si sono sentiti feriti dalla mia azione.
È uscita un’immagine di me e dello sport tutto, orribile.
Io non sono cosí, chi mi conosce bene lo sa!
Nella mia carriera, sono sempre stato un pilota corretto.

Terremoto, come difendersi?

Il terremoto rimane uno degli eventi più imprevedibili e per questo bisogna tenersi sempre pronti a fronteggiare l’eventuale disastro. Da Sud a Nord, il terremoto porta terrore. Per questo in genere, è sempre importante stabilire i materiali impiegati per la costruzione degli edifici e se rispondono ai requisiti previsti dalla legge. Ma quali sono gli […]